fbpx

Garanzia Giovani 2: cos’è, come funziona e come fare domanda

Cos’è Garanzia Giovani 2?

Garanzia Giovani è il programma europeo a favore dell’occupazione giovanile.

Prevede una serie di provvedimenti legislativi che hanno lo scopo di offrire opportunità lavorative e/o formative.

L’aggiornamento delle graduatorie

Il Programma Garanzia Giovani 2 è un’iniziativa europea nata dalla necessità di fronteggiare le difficoltà di inserimento lavorativo e la disoccupazione giovanile.

L’Italia, anche per quest’anno, continua ad aderire all’iniziativa offrendo servizi e soluzioni per incentivare l’inserimento lavorativo dei giovani.

In questa guida diamo tutte le informazioni circa il programma Garanzia Giovani, come funziona, a chi è rivolto, quali sono le iniziative attivate e come partecipare.

Come funziona Garanzia Giovani 2?

Ogni Regione attua il piano Garanzia Giovani organizzando e coordinando le iniziative, usufruendo dei Centri per l’impiego ed enti privati accreditati; questi svolgono le attività di informazione, accoglienza e orientamento, per conoscere necessità e potenzialità di ogni soggetto e individuare il percorso più adatto.

I servizi, dunque, variano in base alla Regione.

Di conseguenza è possibile aderire al programma Garanzia Giovani in una o più Regioni, anche diverse da quella di residenza o domicilio, in base alle misure attivate maggiormente in linea con le proprie esigenze. Al momento della convocazione, poi, si può scegliere dove andare e presentarsi solo alla convocazione nella Regione di proprio interesse. Una volta che ci si è presentati alla convocazione e si è sottoscritto il Patto di servizio, sarà cancellata automaticamente l’adesione alle altre Regioni.

 

A chi è rivolto ?

Il programma è rivolto ai giovani NEET  (fino ai 30 anni non compiuti) e non NEET di età compresa tra i 15 e i 35 anni (non compiuti) residenti in Italia (cittadino comunitario o straniero extra UE regolarmente soggiornante) non impegnati in un’attività lavorativa.

Il requisito dell’età deve essere posseduto al momento dell’adesione al Programma tramite iscrizione al portale Garanzia Giovani. La perdita del requisito dell’età dopo l’adesione non comporta l’esclusione dal Programma.

I richiedenti asilo possono svolgere attività lavorativa e usufruire delle misure di accompagnamento previste dal Programma solo dopo 6 mesi di permanenza sul territorio nazionale (senza che sia intervenuta la decisione sulla domanda di asilo); l’accesso ai percorsi di formazione, comprese quindi le misure di accoglienza, orientamento e formazione, e lo svolgimento di tirocini formativi sono consentiti invece anche a favore di quanti abbiano presentato domanda di protezione da meno di sei mesi.

Gli iscritti a Garanzia Giovani 2 possono usufruire, a titolo assolutamente gratuito, di diversi servizi:

  • Accoglienza:
    attraverso appositi sportelli, come i Centri per l’impiego, è possibile ottenere tutte le informazioni sul programma. Si può anche chiedere assistenza per la registrazione on line al portale e per aderire al programma.
  • Orientamento:
    è possibile effettuare un colloquio individuale con un Operatore che sulla base di questo concorderà un percorso personalizzato.
  • Formazione:
    è possibile seguire due tipi di corsi di formazione: uno per l’inserimento lavorativo (corsi individuali o collettivi per imparare una professione, con durata tra 50 e 200 ore) e l’altro per il reinserimento scolastico (rivolto a chi ha un’età inferiore ai 19 anni ed è privo di qualifica o diploma).
  • Accompagnamento al lavoro:
    gli Operatori individuano le offerte di lavoro e seguono il giovane nella fase di candidatura, selezione, colloquio di lavoro, fino all’inserimento lavorativo.
  • Apprendistato:
    per i giovani tra i 15 e i 19 anni è possibile svolgere 6 mesi di apprendistato. Sono attivabili 3 tipologie di apprendistato:
    • Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale;
    • Apprendistato professionalizzante o Contratto di mestiere;
    • Apprendistato per l’Alta formazione e la Ricerca.
  • Tirocinio extra curriculare, anche in mobilità geografica:
    possono essere proposti anche tirocini di 6 mesi, con indennità mensile massima di 500 €. Lo stage può essere svolto anche all’estero e in quel caso verrà assegnato un voucher di importo variabile aggiuntivo.
  • Servizio civile nazionale:
    nell’ambito del Servizio Civile Nazionale vengono attivati appositi bandi per selezionare volontari da impiegare per 12 mesi in progetti di Garanzia Giovani, all’interno di enti che svolgono attività di solidarietà e assistenza. È previsto un rimborso mensile massimo di 433,80 euro.
  • Sostegno all’auto-impiego e all’auto-imprenditorialità:
    per chi vorrebbe avviare un’attività in proprio è possibile avere consulenze e assistenza personalizzata in tutte le fasi, tramite formazione e tutoraggio.
  • Mobilità professionale transazionale e territoriale:
    per chi desidera fare un’esperienza all’estero o in un’altra Regione il programma mette a disposizione un voucher che copre i costi di viaggio e alloggio per un periodo di 6 mesi.
  • Bonus occupazionale:
    per favorire le assunzioni, la Garanzia Giovani offre agevolazioni economiche alle imprese che assumono i giovani iscritti.

Come fare domanda?

  1. Il primo step è la registrazione al Portale Regionale;

  2. Se si è già iscritti basta fare il login con le proprie credenziali di accesso
    (se smarrite si può procedere al recupero tramite apposita funzionalità o inviando una mail al supporto tecnico Silav Sicilia).
  3. Una volta effettuato l’accesso bisognerà aderire al Programma Garanzia Giovani scegliendo il Centro per l’impiego. Verrà, poi, inviata una mail di conferma.
  4. Dopo l’adesione al Programma Garanzia Giovani, entro 60 giorni sarai contattato dal Centro per l’Impiego scelto per concordare un percorso personalizzato di orientamento e per stipulare con il CPI il tuo Patto di Servizio.

Entro 4 mesi d.alla firma del Patto di Servizio, l’operatore del Centro per l’Impiego ti illustrerà i servizi offerti per la scelta dei soggetti pubblici o privati accreditati, presso cui conseguire una qualifica o ottenere un’opportunità di lavoro in linea con il proprio profilo.

FIMA come Ente accreditato per i Servizi al Lavoro offre tutte e cinque le misure riservate agli enti

Accoglienza e Orientamento

Per avere un percorso personalizzato tenendo conto del proprio background e delle esigenze personali. 

Formazione mirata all’inserimento lavorativo

Nello specifico è possibile acquisire certificazioni EIPASS e/o di Lingua inglese. 

Accompagnamento al lavoro

Ti aiutiamo a trovare un lavoro e a inserirti nel contesto con facilità.

Tirocini retribuiti

Della durata di 6 mesi e con indennità mensile massima di 500,00 €.

Formazione mirata per l’autoimprenditorialità

Consulenza individuale o di gruppo (massimo 3 persone) e tutoring per l’apertura di una propria attività.