Sostegno ai bambini con bisogni speciali: gli Assistenti all’Autonomia e alla Comunicazione potrebbero diventare dipendenti scolastici

La Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela dei diritti delle persone con disabilità comunica che la proposta di Legge n. 2887 che prevede il riconoscimento degli Assistenti all’Autonomia e alla Comunicazione all’interno dell’organico del Ministero dell’Istruzione, ha compiuto un passo avanti, venendo assegnata alle Commissioni Lavoro e Istruzione.

 

In questo modo si dà avvio all’iter parlamentare della proposta di legge.

 

L’obiettivo è di stabilizzare e internalizzare la figura professionale dell’Assistente all’Autonomia e alla Comunicazione (ASACOM) in modo da garantire il pieno diritto allo studio degli alunni con disabilità. Rendere questa figura professionale sistemica nelle classi permette da un lato di dare un supporto indispensabile e continuativo, già dall’inizio dell’anno, agli alunni con bisogni speciali e dall’altro assicura la stabilizzazione di migliaia di lavoratrici e lavoratori che vivono una gravissima condizione di precariato. 

 

Si tratta di una decisione storica, in quanto mai prima di oggi questo tema così importante è entrato in Parlamento. Attualmente è solo una proposta di legge, ma il sostegno arriva da tutte le associazioni e gli enti che si occupano di disabilità.

 
 

Scopri la scheda del nostro corso ASACOM per diventare Assistente all’Autonomia e alla Comunicazione