Come farsi notare dai recruiter su LinkedIn

 

Se stai cercando un nuovo lavoro e non sai da dove iniziare, potresti tenere in considerazione il recruiting ossia tutte le azioni svolte da parte di un’azienda per la raccolta di possibili candidati da inserire nel processo di selezione e “reclutamento” di personale. 

 

 

Chi è il recruiter e qual è il suo ruolo in un’azienda?

 

Il recruiter è una risorsa che lavora per un’azienda, con la specifica mansione di ricerca, selezione e inserimento di nuovi dipendenti all’interno della stessa.

I recruiter sono sempre in cerca di nuovi potenziali candidati da inserire nelle posizioni aperte dell’impresa.

Il tuo obiettivo, dunque, è di catturare l’attenzione dei recruiter che sono alla ricerca di figure professionali compatibili con il tuo profilo.

 

 

Cosa bisogna fare per farsi notare da un recruiter?

 

Ci sono una serie di strategie applicabili per rendere il tuo profilo più appetibile. Le elencheremo qui di seguito.

 

    1) Assicurati che i recruiters sappiano che sei alla ricerca di un nuovo lavoro

Può sembrare banale ma il primo passo da compiere è far sì che sappiano della tua disponibilità. Il modo più semplice è cambiare le tue impostazioni su LinkedIn. Basta andare sul proprio profilo e sotto la sezione con le tue informazioni personali abilitare l’opzione “Disponibile a lavorare”. Così facendo, il tuo profilo entrerà a far parte di una lista visibile a tutti i recruiters presenti sulla piattaforma e tramite i filtri che inserirai basati sulla tua esperienza, predisposizione o posizioni ambite, potrai farti notare da quelli alla ricerca di figure professionali con qualità compatibili con le tue. Inoltre questa informazione sarà visibile a tutti gli utenti che visiteranno il tuo profilo (se stai già lavorando e non vuoi far sapere alla tua attuale azienda che sei in cerca di un’altra posizione, nella sezione “Scegli chi può vedere che sei disponibile per opportunità di lavoro” metti la spunta su “visibile solo ai recruiters”).

 

    2) Cura la tua presenza in rete

Per farti notare dai recruiter devi fare in modo che abbiano le informazioni più recenti, comprese posizioni e incarichi, ma anche risultati e i traguardi ottenuti. Assicurati che il tuo Curriculum, le tua lettera di presentazione, i tuoi profili social, e la tua pagina web (se ne hai una) e soprattutto la tua pagina LinkedIn siano aggiornati. 

Cerca di includere davvero tutto quello che possa far risaltare il tuo profilo, come corsi svolti e titoli ottenuti.

I recruiter controllano spesso i vari profili social dei candidati e più informazioni trovano e più facile sarà per loro valutarti.

Cerca al contempo di usare una certa discrezione con i social come twitter, instagram o facebook. Evita di postare contenuti controversi o che ti possano mettere in cattiva luce, o che pensi possano essere in contrasto con le politiche aziendali delle potenziali imprese a cui sei interessato.

Eventualmente setta i vari profili in modalità privata. Oppure crea dei profili professionali adeguati dove segui e condividi contenuti attinenti al tuo settore.

Seguire diversi profili aziendali sui social media e LinkedIn ti aiuterà a rimanere in contatto con loro e a darti un’idea chiara della loro filosofia aziendale. Allo stesso tempo, sarai sempre aggiornato sulle offerte di lavoro non appena verranno pubblicate. Inoltre, segui il datore di lavoro o i responsabili delle assunzioni dell’azienda dei tuoi sogni, potresti anche pensare di condividere i loro post pertinenti, mettendo in risalto la tua opinione. Anche se potrebbero non considerare subito le tue interazioni, potresti avviare una conversazione nei commenti sui loro post sui social, offrendo opinioni costruttive sugli argomenti trattati. Cerca però di non esagerare e non farti percepire come uno spammer, interagisci sempre in modo attinente.

 

    3) Parole chiave

Non è insolito che un recruiter si avvalga di software e A.I. per la ricerca di candidati online. Utilizza parole chiave nei tuoi curriculum, che richiamino l’attenzione dei recruiter dell’azienda dei tuoi sogni. Ad esempio, se sono alla ricerca di qualcuno con esperienza nella gestione del cliente, assicurati di avere la parola chiave “gestione clienti” e non “settore amministrativo”. Non avere le parole specifiche, presenti anche sull’annuncio di lavoro, ridurrà le tue possibilità di arrivare allo step successivo.

Lo stesso vale per i tuoi social e la tua presenza online. Usa il più possibile parole chiave inerenti alla posizione a cui ambisci, nei post e negli articoli che pubblichi sulle piattaforme che utilizzi.

 

    4) Sii creativo

In prossimità di un’assunzione, un recruiter deve esaminare centinaia di curriculum di candidati ogni giorno. Più sei creativo, più possibilità hai di essere scelto.

Parola d’ordine distinguersi.

Crea una storia professionale, chiara e avvincente che possa mettere in risalto le tue skills e il percorso formativo svolto.

Sii accattivante e inserisci curiosità nella lettera di presentazione e nel tuo curriculum.

Ricorri all’utilizzo di foto e grafici che rendano l’indagine del recruiter stimolante e mai monotona. Ma cura anche il linguaggio in modo che sia più convincente. Ad esempio se stai elencando le tue capacità sui tuoi trascorsi lavorativi, invece di limitarti a scrivere “Negoziazione del budget di progetto di alto valore”, sii più descrittivo e incisivo con “Negoziazione e definizione del budget di progetto (50-400K €) per ogni cliente (5 per anno)”. I numeri aiutano a evidenziare le tue capacità a dipingere un quadro più ricco della tua esperienza e del tuo personaggio. Il recruiter potrebbe anche iniziare a immaginare che tu raggiunga gli stessi risultati per loro.

Insomma produci qualcosa che possa intrigare e incuriosire.

 

  In conclusione

Ora che conosci le tecniche creative per attirare l’attenzione dei recruiter, puoi iniziare a implementarle. Inoltre, puoi concentrarti sulla costruzione di un buon rapporto con i recruiter attraverso LinkedIn e social. Assicurati di essere chiaro sul tuo obiettivo di farti assumere. Fai sapere alle persone che sei nel mercato del lavoro e che cosa in particolare vuoi fare dopo. Noterai presto che più ti metti in gioco, maggiore sarà il numero di recruiters, responsabili delle assunzioni e professionisti delle risorse umane che ti verranno incontro con nuove opportunità di lavoro.C

Certificazioni Linguistiche e Informatiche gratuite con Garanzia Giovani

scopri come ottenerle